ArchivioEventi

  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni
  • L’Unitré di Andria compie 25 anni

L’Unitré di Andria compie 25 anni

25 ottobre 2016

Si è tenuta, lo scorso fine settimana, una due giorni interamente dedicata ai 25 anni dell’Unitrè, “l’Università delle tre età” di Andria.

Presso l’auditorium Mons. Di Donna, in via Saliceti, venerdì 21 ottobre si è tenuta la cerimonia inaugurale dell'anno accademico 2016/17  alla presenza del presidente nazionale Unitrè, Gustavo Cuccini, del vicario diocesano, don Gianni Massaro, dell'assessore all'Istruzione, Paola Albo, dell'assessore alla Cultura, Luigi Del Giudice e dei consiglieri regionali Nino Marmo e Sabino Zinni.

«Festeggiamo un percorso che continuiamo dal 1991 – dichiara la presidente, la prof.ssa Maria Rosaria Inversi -, tra le perplessità, le incertezze, le diffidenze delle novità, ma con tenace volontà e fiduciose attese. L’unitré continua tutt’oggi ad offrire opportunità di realizzazione di interessi culturali, di creatività, di socialità. Negli anni abbiamo dotato l’associazione di una sede stabile indispensabile punto di riferimento per gli incontri statutari e particolarmente per la quotidianità. Grazie a quanti nel passato e nel presente, a vario titolo, ci hanno permesso e ci aiutano a porre in atto le finalità dell’Associazione. Ma soprattutto grazie ai soci e ai corsisti che forniscono stimoli per proseguire nel tentativo di rispondere con equilibrio e senza faziosità alla domanda. Grazie a chi ci permette di credere che la formazione di ciascuno di noi è continua, dinamica e perenne».

 Elogio alla cultura da parte del presidente nazionale, Gustavo Cuccini che, in qualità di presidente nazionale Unitré, si è complimentato con il direttivo e tutti gli associati per la gestione impeccabile della sede locale e per la grande ricchezza dell'offerta formativa proposta agli associati: «La cultura richiede un atteggiamento di pazienza, di curiosità e di attenzione nei particolari, di attenzione alle sfumature e a quel mondo poliedrico della nostra anima nella quale si combinano le azioni fisiche e le azioni spirituali. La cultura è coltivazione indefessa di tutti gli aspetti della personalità umana».

A seguire, il recital "25 anni...c'è tempo" di e con Alfredo De Giovanni (voce e chitarra); Floriana Ferrante (voce); Domenico Lopez (chitarra) ha ripercorso in musica i 25 anni attraverso i brani più significativi della musica leggera sino ai giorni nostri.

Sabato 22 ottobre, invece, presso la sala Genius Loci, in via Cavallotti, il presidente nazionale Unitré, Gustavo Cuccini, già docente di Estetica e Storia dell'Arte presso l'università per Stranieri di Perugia, ha inaugurato, nelle vesti di critico, la mostra pittorica dell'artista Rosa Colzani "La voce dell'Adda" dedicata all'opera manzoniana "I promessi sposi".

Descrivendo le raffigurazioni, il prof. Gustavo Cuccini definisce l’artista Colzani «Una pittrice sensibile e attenta a cogliere nell’evidenza oggettiva del disegno e del colore il senso mitopoietico della narrazione. La cultura dell’artista si evidenzia attraverso l’esercizio della tecnica formale e la profondità dei contenuti; i personaggi che popolano le Sue tele, tutto sono meno che emblemi impigliati di un romanzo; piuttosto creature capaci di reclamare la dignità e la naturalezza della loro esistenza».

«Nella composizione delle opere – dichiara l’artista Rosa Colzani – ho cercato di evidenziare più che altro, il personaggio mediante la fisiognomica, piuttosto che il racconto solo descrittivo della vicenda; così come Manzoni, attraverso la stessa vicenda narrata trova il senso della vita dell’uomo sulla terra, approfondendo quelle tematiche di fondo sulla natura umana, che lo avevano condotto alla conversione».

L’esposizione dell’autrice Rosa Colzani, presso la sala Genius Loci, in via Cavallotti 29, rimarrà aperta tutti i giorni fino al 28 ottobre, dalle ore 17 alle ore 20.